Servizio "Eco-Box"

Smaltimento toner per aziende

Come funziona il nostro Servizio

Fase 1

Consegna gratuita dell’Eco-Box al cliente.

Fase 2

Riempito l’Eco-Box di toner esausti, il cliente può contattarci in qualsiasi momento per il ritiro del box pieno.

Fase 3

Un nostro incaricato verrà presso la vostra sede per ritirare l’Ecobox, rilasciandovi la prima copia del formulario rifiuti, copia che solleva il cliente da qualsiasi responsabilità e attesta la presa in carico da parte nostra del rifiuto.

Tutti i nostri mezzi sono iscritti al trasporto conto terzi e all’albo dei gestori ambientali per poter svolgere il servizio.

Fase 4

Smaltimento del toner tramite consorzi autorizzati.

Fase 5

Un nostro incaricato consegnerà al cliente la quarta copia del formulario che attesterà il corretto smaltimento dei rifiuti sollevando il cliente da qualsiasi responsabilità civile e penale.

Scegli quello che fa per te

Eco-box per smaltimento Toner

Il Box-Toner per legge non può essere stoccato per più di 365 giorni. Nel caso un’azienda con un basso consumo di toner non ne richieda il ritiro prima della scadenza, sarà nostra premura procedere alla raccolta qualche giorno prima del termine. 

Eco-box

Large

Eco-box

Small

Perché sceglierci

Con noi non corri alcun rischio.

La nostra è una giovane azienda in grado di svolgere tutti i tipi di trasporto per smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi, nel pieno rispetto delle leggi fiscali e con una grande attenzione per l’ambiente.

100%

A norma
di legge

100%

Rispettoso
dell'ambiente

Domande e risposte

Smaltimento Toner e cartucce

Il servizio di smaltimento toner è principalmente indicato alle aziende che per legge devono smaltire correttamente i toner esausti delle proprie stampanti. 

La nostra azienda offre un servizio di ritiro annuale dei toner esausti tramite "Eco-Box".
Il servizio è composto da 1 o più ritiri all’anno ed è sempre modificabile e adattabile alle esigenze del cliente.
L’abbonamento è rinnovabile di anno in anno senza nessun vincolo.

Indicandoci un consumo approssimativo annuo di toner acquistati dalla vostra azienda, oppure il numero di stampanti e multifunzioni presenti nel vostro ufficio, il nostro staff vi consiglierà il servizio di smaltimento più adatto ai vostri consumi.

I toner e le cartucce esauste vengono portante nell'impianto di stoccaggio e smaltimento toner di nostra proprietà per essere cernite e successivamente preparate per essere riciclate.

La normativa sullo smaltimento di accessori informatici contenuta nel Decreto Ronchi (Dgls 22/97) considera i toner esausti delle aziende come Rifiuti Speciali non assimilabili agli urbani, quindi con l'obbligo di essere smaltiti con procedure ben precise.

Con il D.M. del 5 aprile 2006 è stato aggiunto l'obbligo a tutte le aziende che sono in possesso anche di una sola stampante di avere all'interno della propria azienda il registro di carico e scarico dei rifiuti speciali.

A qualsiasi controllo da parte di Vigili Urbani, Carabinieri, Guardia Forestale, l'azienda che non possiede una prova scritta del corretto smaltimento dei propri toner, può incorrere in sanzioni molto salate. Nel caso di un mancato formulario che attesti lo smaltimento corretto di rifiuti speciali non pericolosi le ammende partono da € 2.600.00 a € 26.000.00 con implicazioni penali per l'amministratore trasgressore.

La nostra azienda già presente in più di 1500 uffici in Lombardia e nord Italia, garantisce il servizio di smaltimento toner nel pieno rispetto della legge attuale e nei tempi previsti da contratto.

L'ecobox per smaltimento toner ha un costo decisamente basso se si considerano le possibili multe in cui si incorre, contattandoci, uno nostro rivenditore tra Monza, Milano, Bergamo, Como e Pavia troverà la soluzione migliore per te.

Le leggi sul rispetto dell'ambiente son sempre più severe.

Per la mancata o incompleta tenuta del registro di carico e scarico che riguarda la gestione di rifiuti non pericolosi, le sanzioni vanno da un minimo di 2.600 euro ad un massimo di 26.000 euro. Per la scorretta gestione di rifiuti pericolosi (un semplice monitor o una batteria sono considerati tali) le sanzioni vanno da un minimo di 15.500.00 euro ad un massimo di 93.000.00 euro.

Un semplice controllo da parte di: Carabinieri, Vigili Urbani, Guardia Forestale o qualsiasi altro ente statale può segnalare una scorretta gestione dei rifiuti della vostra azienda e farvi incorrere a sanzioni onerose.